Tagliatelle con foglie di basilico

Tagliatelle con foglie di basilico

Era una torrida domenica pomeriggio d’estate in cui non avevo nulla da fare. Di mattina ero andato al mare, ma poichè su una spiaggia non resisto più di due ore, ero tornato a casa per ora di pranzo. Cercai di addormentarmi un po’sotto la frescura del condizionatore, ma non riuscivo a prendere sonno. Come di getto, andai in cucina, misi la spianatoia sul tavolo, indossai il grembiule e decisi di trasformare quelle ore di tedio nella mia passione preferita, nonostante avessi già trascorso il sabato con le mani infarinate. In frigo era rimasto un ultimo calice di vino rosso. Lo utilizzai per farmi compagnia, come i grandi chef. Non avevo ingredienti per fare dei ravioli, così decisi di optare per delle classiche tagliatelle. Classiche, ma impreziosite dalle foglie di basilico provenienti direttamente dalla piantina sul balcone, per dare un tocco decorativo alla sfoglia. Pensate che sia difficile? E invece no:

Tagliatelle con foglie di basilico

Ingredienti per 4 persone: 

  • 440 grammi di farina 00 (o, in alternativa, 220 grammi di farina 00 e 220 grammi di semola rimacinata)
  • 4 uova medie, rigorosamente a temperatura ambiente
  • una dozzina di foglie di basilico

Procedimento:

Allacciate il vostro grembiule preferito e preparate la pasta all’uovo come da ricetta base. Lasciate riposare il panetto sotto una grande ciotola di vetro per 30 minuti. Dividete l’impasto in tante parti quante sono le uova che avrete utilizzato  e cominciate a stendere la sfoglia, badando a conservare sotto una ciotola di vetro la pasta che utilizzerete successivamente, per evitare che secchi. Pressate la sfoglia appiattendola con le dita o con una breve passata di matterello, infarinatela leggermente da ambo le parti e cominciate a stenderla regolando il rullo della macchina per la pasta nella posizione n.1 (i nuovi modelli potrebbero avere anche il n.0). Ripassate la sfoglia avendo cura ogni volta di piegarla a libro, fin quando non otterrete una consistenza liscia, setosa e combaciante con la larghezza della macchina.

Tagliatelle alle foglie di basilico

Procedete a questo punto con la regola dell’inversione, passando la sfoglia quattro volte al regolatore numero 2, tre volte al regolatore numero 3, due volte al regolatore numero 4. A questo punto, stendetela sfoglia sul tavolo di lavoro e disponetevi, nella prima metà, 2-3 foglie di basilico. Piegate la sfoglia in modo da ricoprire le foglie e facendola combaciare con la prima metà quanto più possibile, poi passatela lentamente, per un’ultima volta, al rullo numero 5 (se intendete realizzare dei ravioli, procedete come da tradizione fino al numero 5 e aggiungete il basilico prima di ripassarla al numero 6).

Tagliatelle alle foglie di basilico

Lasciate riposare le sfoglie per dieci minuti, dopodichè posizionate la manovella al rullo di taglio delle tagliatelle (c’è chi preferisce smontarlo mentre stende la pasta…io preferisco rimanerlo attaccato per avere una base d’appoggio durante la preparazione della sfoglia). A questo punto, girando la manovella molto lentamente, godetevi la magia dell’estrusione delle tagliatelle (che solo un’ora prima erano semplicemente farina ed uova), utilizzando l’altra mano o la bacchetta dello stendipasta come sostegno per evitare che si arriccino su se stesse.

Tagliatelle alle foglie di basilico

Procedete in questo modo fin quando le sfoglie non saranno esaurite, infarinando leggermente le tagliatelle di volta in volta prodotte. Lasciatele riposare sulla spianatoia o un vassoio infarinato oppure sull’apposito stendipasta per almeno un’ora prima di cuocerle. Lessatele in abbondante acqua salata bollente, facendole cuocere non più di tre minuti per evitare che scuociano. Conditele con il sugo che utilizzereste solitamente per un bel piatto di tagliatelle classiche, considerato che le foglie di basilico hanno un mero effetto decorativo.

Tagliatelle con foglie di basilico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *